99 films, 11 vdeobooks, 35 tracce musicali free.

Leggi tutto...
  • Romanzi d'amore
  • Storia e personaggi
  • Ebook Storia del west
Leggi tutto...

Nuvola Rossa. Capo Cheyenne

A causa dell'acquavite scadente venduta a suo padre dai bianchi, Nuvola Rossa, Makhpiya Luta capo degli Oglala Sioux (1822_1909), perse il genitore in giovane età , instaurando odio nel suo cuore nei confronti dei visi pallidi. Crebbe con lo zio Old Smoke e ben presto iniziò a partecipare alla guerra contro altre tribù dove nel corso di una di esse, riportò due scalpi che confermò come a soli 15 anni avesse già  ucciso i suoi primi avversari. Aveva un coraggio che gli fece ottenere grande rispetto dalla sua tribù, tanto da superare altri capi che avevano ereditato la loro posizione, per il suo valore ricevette il nome del suo defunto padre, mentre in precedenza era conosciuto come Two Arrows.

Nonostante la firma di un trattato tra la sua tribù e il Governo americano, già  nel 1851 l'esercito invase le terre Oglala, la qual cosa fece scaturire guerre assai sanguinose. Questa situazione risultò nel tempo insostenibile, specie per gli americani, i quali solo dopo molti tentativi riuscirono a far sedere Nuvola Rossa, ritenuto importante come altri capi, al tavolo delle trattative di Fort Laramie, dove egli rappresentò fieramente quella tradizione indiana di gran valore. Si era presentato con molta diffidenza, perché sapeva bene che la costruzione di forti sulla pista di Bozeman avrebbe significato l'inizio di una massiccia limitazione dei diritti di caccia e di libertà  di movimento degli indiani.

Aveva il presentimento che gli americani avrebbero costruito i forti con o senza il consenso degli indiani. Questo brutto presentimento fu in ogni caso superato dalla realtà : all'inizio delle trattative il colonnello Carrington trasferì duemila soldati da Fort Keamey al territorio del fiume Powder, e ne fece poi passare settecento da Fort Laramie, il che rappresentava una rozza trasgressione al regolare svolgimento delle trattative. La maggior parte dei capi, Nuvola Rossa in testa, reagì alla provocazione rompendo immediatamente i negoziati. Vedendo Carrington, Nuvola Rossa era balzato in piedi e indicando l'aquila d'argento sulla giacca dell'ufficiale disse: Guardate qui: c'è l'aquila bianca che è venuta a rubare il territorio indiano. I militari cominciarono a costruire Fort Phil Keamey, Nuvola Rossa e i suoi guerrieri si appostarono sulle colline del Wyoming, attendendo il momento più adatto per colpire.

Il capitano Fetterman affermava tronfio che avrebbe potuto attraversare il territorio dei Sioux con soli ottanta uomini. Riuscì a trovare un numero sufficiente di persone che la pensavano come lui e che volevano prendere lo scalpo di Nuvola Rossa e quindi partì nonostante tutti gli avvertimenti. Gli indiani, al comando di Nuvola Rossa e del giovane Cavallo Pazzo, non lasciarono scampo al capitano e ai suoi. Questa impresa passò alla storia con il nome di massacro di Fetterman. Il 30 luglio 1867, fu riunita una commissione per la pace, i cui membri più eminenti erano i generali Sherman e Sanborn. Parecchi capi Sioux accettarono l'invito a partecipare ai negoziati, ma non il più importante, Nuvola Rossa appunto, che fece sapere di non avere tempo e che forse sarebbe venuto l'estate successiva.

Seppure indispettita, alla commissione non rimase altro che presentare una nuova proposta in cui si offriva ai Sioux un territorio protetto che si estendeva dal confine nord dello stato del Nebraska fino al 46° grado di latitudine, e fino al Missouri a est, e fino al 104° grado di longitudine. Questo territorio avrebbe dovuto appartenere ufficialmente agli Indiani e nessun bianco avrebbe potuto attraversarlo senza permesso degli Indiani.

 

                                     Sono dieci personaggi del farwest

           Icona Cavallo Pazzo Icona George Armstrong Custer Icona Geronimo Icona Indiani ed esercito Icona Nuvola Rossa Icona Powhatan Icona Quanah Parker Icona Sterminio indiani Icona Toro Seduto Icona Wounded Knee

Pianura di Little Big Horn