99 films, 11 vdeobooks, 35 tracce musicali free.

Leggi tutto...
  • Romanzi d'amore
  • Storia e personaggi
  • Ebook Storia del west
Leggi tutto...

Sulle Frontiere del Farwest. Romanzo

ebook a fumetti

La grande epopea del West. Lo scenario del selvaggio Ovest americano e il respiro dei classici sono gli elementi che caratterizzano Sulle frontiere del FarWest, primo romanzo di un nuovo ciclo comprendente tre titoli. Le passioni, gli amori, gli odi, i caratteri forti contraddistinguono i diversi protagonisti che portano in se l'eco della tragedia shakespeariana. In questa serie, più che mai, lo stile di Salgari evoca il ricordo dei grandi poemi epici e delle ferrigne tragedie inglesi. La saga salgariana del West ha inizio nei pressi della gola del Funerale, tra le Montagne Rocciose, dove un pugno di volontari americani cerca di contrastare il passo alla grande rivolta del 1863 in cui sono coinvolte tre grandi nazioni indiane: sioux, arrapahoes e cheyennes. I1 comandante della piccola guarnigione, il colonnello Devandel, mette a morte Uccello della Notte, un guerriero ribelle che scoprirà poi essere suo figlio, nato dal precedente matrimonio con Yalla, terribile guerriera pellerossa.

Temendo per la sorte dei suoi due figli bianchi che vivono in una lontana fattoria e non potendo abbandonare il suo presidio, egli affida a un gruppo di esperti scorridori, John Maxim, un maturo indian agent, e i fratelli Hany e Giorgio, il compito di metterli in salvo e di condurre con loro, prigioniera, la giovanissima Minnehaha, figlia di Yalla e Nube Rossa, capo dei corvi, feroce e astuta quanto la madre. Vengono introdotti da Salgari alcuni degli scenari ricorrenti del West: l'assalto degli orsi, la Missione abbandonata in cui si rifugia il manipolo di eroi, l'assedio dei lupi, il massacro della carovana di pionieri, la furia dei cavalli selvaggi, il palo della tortura. La storia conoscerà una conclusione felice: Devandel, sebbene scalpato, sarà salvato insieme ai suoi figli, e Yalla, più crudele delle femmine dei giaguari, verrà uccisa e privata della capigliatura da John Maxim sulle rive del Sand Creek, dove, come recitano i libri di storia americana, l'indegno colonnello John Chivington sconfiggerà i ribelli, massacrando donne e bambini.

I protagonisti di questa saga sono solidi, stoici e forti; la morte è la loro compagna quotidiana d'awenture ma la loro anima è integra e pura. In questo turbinio di personaggi, un ruolo fondamentale lo svolge John Maxim, uomo duro ma leale e coraggioso. Yalla, bellissima e crudele indiana esercita un fascino considerevole, mentre la giovanissima Minnehaha, all'altezza della fama della madre, prepara la sua prossima entrata in scena negli altri volumi del ciclo. Tutto il glossario dell'epopea del West è qui sfoderato: dagli squatters (pionieri) al calumet (pipa), dal rifle (fucile) al tomahawak (scure).

La vicenda è ambientata sui monti dei Laramie, nelle Montagne Rocciose, tra California, Colorado, Kansas, Wyoming e Utah, dove si dispiega la rivolta che travolge la grande prateria dell'ovest americano. Le fonti di questo volume e dei due successivi che lo completano sono molteplici: il romanzo di Thomas Mayne Reid L'abitazione del deserto, le battute di caccia di Felice Scheibler raccontate in Sette anni di caccia. Senza dimenticare i romanzi di Gustave Aimard e, soprattutto, la saga di Occhio di Falco, Natty Bumppo, iniziata da James Fenimore Cooper con L'ultimo dei mohicani. Infine gli articoli apparsi sulle riviste popolari di viaggio e gli spettacoli del circo di Buffalo Bill, cui Salgari aveva assistito a Verona, che riproducevano gli ambienti del selvaggio Ovest americano.

Nel 1908, anno in cui viene pubblicato dalle edizioni Bemporad Sulle frontiere del FarWest, Emilio Salgari raggiunge l'accordo con l'editore fiorentino, che sarà applicato a partire dall'anno successivo, di comporre solo tre romanzi l'anno contro i quattro previsti nel contratto sottoscritto solo due anni prima. 11 compenso passa da diecimila lire annue a ottomila, salendo da duemilacinquecento a duemilasettecento lire circa il volume. In ogni caso, la copiosa capacita di scrittura di Salgari si attenua. La sua forza creativa, però, non viene meno, poiché proprio con questo romanzo egli avvia un altro ciclo non certo annoverabile tra i minori. Assai più probabilmente si limita a ridurre i ritmi forsennati di lavoro allo scopo di cercare strade nuove e di migliorare la qualità della sua scrittura. La stupenda copertina di Sulle frontiere del FarWest, che raffigura una pellerossa a cavallo, è di Alberto Della Valle mentre i disegni in bianco e nero sono di Gennaro Amato.

Preghiera. Omaggio ad un popolo straordinario

O Grande Spirito, la cui voce sento nei venti ed il cui respiro dà vita a tutto il mondo, ascoltami. Vengo davanti a Te, uno dei tuoi tanti figli. Sono piccolo e debole. Ho bisogno della tua forza e della tua saggezza.Lasciami camminare tra le cose belle e Fa che i miei occhi ammirino il tramonto rosso e oro. Fa che le mie mani rispettino ciò che Tu hai creato, e le mie orecchie siano acute nell'udire la Tua voce. Fammi saggio, così che io conosca le lezioni che hai nascosto in ogni foglia, in ogni roccia. Cerco forza, non per essere superiore ai miei fratelli, ma per essere abile a combattere il mio più grande nemico: me stesso. Fa che io sia sempre pronto a venire da Te, con mani pulite ed occhi diritti, così che quando la vita svanisce, come la luce al tramonto, il mio spirito possa venire a te senza vergogna.

Pianura di Little Big Horn

Le quattro virtù cardinali degli uomini rossi:
la generosità, la forza d'animo, il coraggio, la saggezza.