Capo Giuseppe

Capo Giuseppe (Hin-mah-too-yah-lat-kekht). Nez PercÚ. Nato a Est dell'Oregon nel 1840, morto a Nespelem nel 1904. Capo Giuseppe trascorse un'infanzia felice e spensierata nella valle di Wallowa. Suo padre, che molto presto lo aveva indicato come suo successore, gli fece dare un'ottima educazione. Nonostante Giuseppe non fosse bellicoso e non avesse avuto, come tra i Sioux o gli Cheyenne, la possibilitÓ di mettere in mostra capacitÓ di quel tipo in continui combattimenti con le trib¨ vicine, aveva per˛ imparato tutto ci˛ che un guerriero doveva sapere. Ma Giuseppe il Vecchio aveva prestato molta pi¨ attenzione nel preparare suo figlio, dal punto di vista del carattere e dello spirito che alla sua carica di futuro capo. Nel giovane Giuseppe si trovano quasi tutti i tratti di carattere distintivi di Giuseppe il Vecchio: nobiltÓ d'animo, timore di Dio, senso di responsabilitÓ e coraggio. Possedeva inoltre una straordinaria capacitÓ oratoria, il suo modo forte e immaginifico di esprimersi si evince chiaramente dalla lettura dei suoi discorsi e dei suoi proclami.

Dio cre˛ terra per gli Indiani ed era come se avesse disteso un panno. Sopra vi mise gli Indiani. Sono stati creati qui, su questa terra... e allora cominciarono a scorrere i fiumi. Poi Dio cre˛ i pesci nei fiumi, diede la vita alla selvaggina sulle montagne e ordin˛ che si moltiplicasse. Poi il Creatore diede la vita a noi Indiani. Ce ne andavamo in giro e quando vedevamo pesci e selvaggina, sapevamo che erano stati creati per noi. Dio cre˛ radici e bacche perchÚ le donne le raccogliessero... Dio ci ha creati perchÚ vivessimo qui ed era nostro diritto cacciare e pescare finchÚ io e mio nonno riusciamo a tornare indietro nel tempo con la memoria.

Dopo aver rifiutato di firmare il trattato del 1863, Giuseppe il Vecchio fece osservare ai suoi due figli, Giuseppe e Ollokot, che la valle di Wallowa era esclusa dal nuovo trattato che il traditore Lawyer aveva firmato. Apparteneva quindi, come prima, ai Nez PercÚ. I tumulti della guerra di secessione distolsero per alcuni anni l'attenzione degli Americani dal territorio del Nord Ovest. Giuseppe il Vecchio morý nel 1871 e suo figlio divenne il capo dei Nez PercÚ della regione di Wallowa. GiÓ poco prima aveva dovuto affrontare importanti scelte, che sapeva avrebbero avuto conseguenze importanti per la sua trib¨.

Comparvero, poco dopo, rappresentanti del governo che pretendevano un abbandono immediato della valle di Wallowa da parte dei Nez PercÚ. Giuseppe si oppose in modo tanto deciso a queste pretese che il presidente Grant, in base ai rapporti dei suoi incaricati, si vide costretto a proibire con un decreto, il 16 giugno 1873, qualsiasi insediamento dei bianchi nella valle. Ma due anni dopo non mantenne la parola e diede il permesso di colonizzare la valle, come veniva chiamato a quel tempo questo furto di terra. I Nez PercÚ avrebbero dovuto lasciare la loro patria entro un certo lasso di tempo, per trasferirsi nella riserva di Lapwai. Seguirono due anni di grandi tensioni e di disordini. Ma quando Giuseppe rifiut˛ ancora una volta, il generale Otis O. Howard ordin˛ di cacciare definitivamente e con forza i recalcitranti Nez PercÚ dalla valle. Nonostante Howard fosse profondamente convinto dell'assurditÓ di questa politica, dovette comunque recitare la parte dell' uomo violento.

Chiese perci˛ un ultimo colloquio a Giuseppe, colloquio che avrebbe dovuto aver luogo a Lapwai. Nel maggio del 1887, Giuseppe si present˛ in compagnia del fratello Ollokot, del capo Looking Glass e dello stregone Toohoolhoolzote, una specie di profeta della trib¨ dei Nez PercÚ. Con le sue risposte quest'ultimo non lasci˛ a Howard altra scelta che farlo prigioniero, perchÚ lo metteva in grande imbarazzo, e porre un ultimatum ai capi: nel giro di trenta giorni avrebbero dovuto lasciare la valle di Wallowa per dirigersi nella riserva di Lapwai.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini Ŕ continua quindi pu˛ verificarsi il caso che giÓ il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, nÚ per noi nÚ per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -