Captain Jack

Captain Jack, (Kyntpuash), Modoc, nato nel 1835, morto a Fort Klamat nrl 1873. Captain Jack era figlio del capo modoc Combutwaush e si mise in evidenza, per la prima volta, perché si oppose apertamente a suo padre. Dopo l'attacco dei cercatori d'oro, i Modoc si erano ritirati nella zona di Lava Beds, un territorio di circa trenta miglia quadrate, molto strano, ricco di caverne e caratterizzato da sedimenti di lava. Qui i capi si riunirono per discutere come comportarsi con i bianchi. Mentre Combutwaush si dichiarò, con il consenso di quasi tutti i presenti, per la guerra, suo figlio si oppose con fermezza. Mise in guardia dalla supremazia dei bianchi, contro cui non aveva senso combattere perché avrebbe avuto come unica conseguenza la perdita della loro patria. Nonostante Combutwaush avesse preso le distanze dalle parole di suo figlio ed avesse persino esclamato che si vergognava di avere per figlio un simile vigliacco, l'entusiasmo per la guerra scemò e la riunione si concluse senza risultato.

Pochi giorni più tardi un gruppo di guerrieri modoc, con a capo Schonchin, attaccò una carovana come rivalsa per il massacro subito dai cercatori d'oro. Più di settanta bianchi morirono e solo tre scamparono. Gli anni successivi furono pieni di tensione, ma il comportamento di Captain Jack rimase, anche in quelle circostanze, pacifico.

Nel 1856, Combutwaush perse la vita in un sanguinoso massacro ad opera di una compagnia di volontari dell'Oregon. Ben Wright, capo della compagnia, aveva invitato gli ingenui Modoc ad una festa, durante la quale, disse, si sarebbe parlato di pace. I Modoc, fidandosi della bandiera bianca, posero il campo vicino a quello dei soldati. All'alba del giorno dopo, gli uomini di Wright circondarono il campo dei Modoc ed aprirono il fuoco, senza preallarme, continuando a sparare finché non rimase nulla che si muovesse. Secondo un'altra versione, Wright cercò di avvelenare i quarantadue guerrieri disarmati che aveva invitato e, quando questo progetto rischiava di fallire, uccise il guerriero che gli sedeva vicino dando così il segnale per il massacro. Anche questo tradimento non sembrò smuovere Captain Jack, che dopo la morte del padre era diventato capo dei Modoc, dal suo atteggiamento pacifico. Nella tribù si formarono allora due partiti, uno per la guerra, con Schouchin, l'altra per la pace con a capo Captain Jack.

Tra gli abitanti di Yreka e il Modoc Captain Jack si instaurò un rapporto quasi amichevole. Tra i Modoc ed i Klamath era, un tempo, assolutamente normale fare commercio di schiavi. In particolare donne e ragazze modoc erano molto richieste dai cercatori d'oro. A questo proposito si è anche sostenuto che Captain Jack fosse a capo di una organizzazione di mezzani. Per la sua somiglianza con un cercatore d'oro di nome Jack, il giudice Elisha Steele di Yreka diede al Modoc Kintpuash il soprannome di Captain Jack, soprannome che ben presto fu usato anche dai Modoc. Il giudice Elisha Steele, nominato Agente per gli Indiani della regione di Yreka dal presidente Lincoln, aveva l'impellente obiettivo di riportare la pace tra le tre tribù di quella regione: i Modoc, i Klamath e gli Sbasta.

Ma il senatore californiano John Conness, riuscì, con intrighi di vario tipo, a far allontanare Steele dal suo posto. In seguito la situazione divenne confusa, perché Captain Jack si recò dal giudice Steele e lo pregò di preparare un trattato. Nonostante Steele sapesse bene di non essere autorizzato, accondiscese al desiderio dei Modoc e gli promise che si sarebbe adoperato per ottenere una riserva sul fiume Lost, ad ovest del lago Tuia. Le autorità governative naturalmente silurarono il trattato, anche per poter gettare discredito su Steele e, anche se non aveva alcun senso, decisero di fare un nuovo trattato con i Modoc.

Il 9 ottobre 1864 si tennero trattative presso l'agenzia dei Klamath tra rappresentanti del governo, delegati Klamath, Modoc e un piccolo gruppo di Paiute. Il sovrintendente per gli affari indiani, J.W.Perit Huntington, progettava di unire tutti gli indiani del circondario in una sola riserva, promettendo pagamenti annuali per un periodo di quindici anni. Inoltre il governo intendeva costruire mulini e scuole per gli indiani. I Klamath accettarono subito le proposte, ma la riserva avrebbe dovuto stare nel loro territorio, mentre Modoc e Paiute firmarono controvoglia. Su un punto però erano d'accordo: se proprio non era possibile avere Steele come agente, che almeno fosse dato l'incarico a un uomo di loro conoscenza e che godesse della loro fiducia.

Questo personaggio fu riconosciuto super partes in Lindsay Applegate, che entrò in carica nel settembre del 1865. Purtroppo il progetto di una convivenza pacifica delle tribù si dimostrò poco realistica. Vi fu una rivolta dei Paiute oltre continui scontri tra Modoc e Klamath che vantavano diritti di proprietà sul paese. Gli Americani, inoltre, cominciarono a considerare capo dei Modoc non più Captain Jack, ma il vecchio Schonchin, provocando una scissione nella tribù. Captain Jack, stanco delle angherie dei Klamath, revocò la propria firma del trattato del 1864 e lasciò la riserva con la sua gente per tornare al fiume Lost.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini è continua quindi può verificarsi il caso che già il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, né per noi né per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -