Captain Jack

Nonostante Tobey Riddle, una donna modoc che con suo marito, un uomo bianco, faceva sempre da interprete durante le riunioni, l'avesse avvertito del complotto, Canby ritenne impossibile che Captain Jack e i suoi cinque accompagnatori osassero compiere un simile atto in mezzo a mille soldati. Un simile errore di valutazione gli costò la vita. La riunione, per cui era stata montata una sola tenda, all'inizio si svolse pacificamente ma quando, circa un'ora dopo, il discorso ebbe per argomento il territorio da assegnare ai Modoc, la discussione si fece di colpo animata, Captain Jack balzò in piedi e urlò nella sua lingua "tutto pronto", estrasse una pistola e la puntò sul volto di Canby, da tre passi di distanza. La pistola si inceppò, ma Captain Jack premette di nuovo e la pallottola colpi Canby sotto l'occhio destro.

Un altro Modoc, Bogus Charley, gli si avvicinò con un balzo e con un rapido gesto tagliò la gola del generale. Un altro. Boston Charley, sparò al reverendo Thomas, mentre il giovane Schonchin sparò a Meacham, ma Tobey Riddle lo afferrò per un braccio e lo trascinò a terra. Schonchin si liberò dell'indiana e sparò ancora sette volte al ferito, ma Tobey Riddle gli saltò letteralmente addosso e gli salvo così la vita. Poiché le sue urla stridule avevano attirato i soldati, i Modoc fuggirono, non prima di aver ucciso un altro luogotenente. Quell'atto sanguinoso suscitò molto scalpore, soprattutto perché aveva coinvolto due persone molto stimate, come Canby e Thomas. Tre giorni dopo il generale Jefferson C. Davis si mise in marcia verso la roccaforte dei Modoc ai Lava Beds. Furono accolti da una salva di colpi mortali che costò la vita a otto soldati. La battaglia si protrasse per tre giorni, nessun Modoc si faceva vedere, ma per i soldati abbandonare la postazione significava morte sicura.

L'unico punto debole dei Modoc erano i rifornimenti, Davis se ne accorse e cercò di impedire l'accesso al lago Tuia dove andavano a prendere acqua. Ogni spostamento veniva però pagato con gravi perdite, perché Captain Jack si dimostrò un grande stratega. Di certo i Modoc avrebbero potuto resistere più a lungo se non fossero sorti contrasti tra loro. Hooker Jim e la sua gente fuggirono dai Lava Beds e si arresero e, per salvarsi la vita, offrirono a Davis persino il loro aiuto contro Captain Jack. Anche se furono impiegati come Scouts, dovettero passare parecchie settimane prima che, il 1° giugno 1873, si consegnasse per ultimo. Avvolto nell'uniforme, ormai a pezzi, del generale Canby, uscì vacillando, esausto, dal suo nascondiglio e mormorò:

Le mie gambe non mi sorreggono più.

I soldati lo presero e lo condussero a Fort Klamath. In luglio si svolse il processo contro Captain Jack e quattro altri imputati, tra cui Schonchin John e Boston Charley. Hooker Jim e gli altri che erano fuggiti non furono messi sotto accusa. Quando Captain Jack potè prendere la parola, sfruttò l'occasione per pronunciare un atto d'accusa impostato con acume e grande abilità retorica contro i misfatti perpetrati dagli Americani contro i Modoc:

Guardate la buona terra e la grandezza di questo paese che ci avete preso. Se potessi parlare più a lungo potrei raccontarvi tante cose e far testimoniare anche da bianchi degli avvenimenti che vi aprirebbero gli occhi sui modi in cui la mia gente è stata uccisa dai bianchi. Desidero inoltre dire che nessun bianco è stato mai punito per questi atti. Se i bianchi che hanno ucciso le nostre donne e i nostri bambini fossero stati puniti, non avrei riflettuto così a lungo su me e i miei compagni. Noi indiani abbiamo una sola possibilità di avere giustizia da voi bianchi e dalle vostre leggi? Io dico di no! Voi bianchi potete sparare in qualsiasi momento a un indiano, a vostro piacimento, ed è indifferente che si sia in pace o in guerra.

Qualcuno di voi può dirmi quando mai in passato un bianco sia stato punito per aver ucciso a sangue freddo un Modoc? No, non potete dirmelo! Sono sull'orlo della tomba. La mia vita è nelle mani della vostra gente. Io accuso i bianchi di strage, non una ma molte volte. Pensate a Ben Wright: che cosa fece? Uccise cinquanta dei miei uomini tra cui anche mio padre. Fu forse punito o lo fu qualcuno dei suoi uomini? No, nessuno! Pensate che Wright e i suoi uomini erano inoltre dei bianchi colti. A Yreka gli altri bianchi lo accolsero come un eroe, perché avevano ucciso indiani innocenti. Ora sono qui. Ho ucciso un uomo, dopo che mi aveva ingannato più volte e fui costretto a farlo fare dai miei stessi guerrieri. La legge dice: «Impiccatelo è soltanto un indiano, li possiamo uccidere sempre e senza conseguenze, ma questo ha fatto qualcosa per cui impiccatelo». Perché la legge dei bianchi non ha detto le stesse cose per Ben Wright?

Com'era prevedibile il tribunale di guerra non accettò le argomentazioni di Captain Jack e condannò a morte lui e i coimputati per l'assassinio della delegazione di pace. Sulla spinta di numerose proteste, il presidente Grant commutò due delle condanne a morte, ma si rifiutò seccamente di graziare Captain Jack e gli altri. Il 3 ottobre furono impiccati a Fort Klamath. Il corpo del capo Modoc fu imbalsamato ed esposto alla morbosa curiosità dei visitatori al costo di dieci cent a biglietto! Si metteva così una macabra parola fine alla più assurda guerra indiana e ancora una volta l'ottusità e la brutalità insensata della politica indiana degli Americani si evidenziava. Questo episodio dimostra però anche di quali magistrali dimostrazioni di strategia potesse essere capace un capo, un tempo pacifico e di una tribù di scarsa importanza, se si trattava di combattere per la propria vita e per quella della propria gente.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini è continua quindi può verificarsi il caso che già il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, né per noi né per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -