Coda Maculata

Coda Maculata (Sinte Galeska) tribù Brulè, nato a Fiume White nel 1823, morto a Riserva Rosebud nel 1881. Coda Maculata, il cui padre era un Blackfeet-Sioux di nome Cunka (Tangle Hair) e la madre un'indiana brulé, non era in realtà un Brulé purosangue. Il suo nome giovanile era Jumping Buffalo, infatti il nome Coda Maculata gli fu dato quando regalò la coda di un procione a un cacciatore bianco. Nel 1839 fu nominato scout dei guerrieri della sua tribù e subito si guadagnò molta stima come combattente. Il suo primo impegno in combattimento fu nel cosiddetto massacro di Grattan, un'azione militare ridicola almeno quanto il motivo che la provocò: un mormone si era lamentato perché gli era stata rubata e uccisa una mucca (un guerriero minnecojou, infatti, aveva abbattuto con una freccia il vecchio animale, che era capitato nell'accampamento dei Brulé, per la gioia dei suoi ospiti). Il mormone strillò per chiedere giustizia.

L'offerta di Brave Bear, capo Brulé, di mettere a disposizione come risarcimento alcuni dei suoi migliori cavalli fu respinta sia dal proprietario dello sfortunato animale, sia dalle autorità militari. Il comandante di Fort Laramie, mandò quindi il luogotenente Grattan al comando di ventitré soldati nel villaggio dei Brulé per arrestare il guerriero Minneconjou. Quando i Brulé rifiutarono di consegnare il loro ospite, Grattan ordinò di aprire il fuoco. Nel tafferuglio che seguì. Brave Bear fu ucciso con il risultato che nessuno tra Grattan e i suoi sopravvisse. Nei mesi seguenti i Brulé, furenti, si misero sul sentiero di guerra. Anche Coda Maculata, cugino di Brave Bear, era con loro.

Gli attacchi erano rivolti sia ai nemici indiani tradizionali, come Pawnee e Omaha, sia contro i soldati americani. Nel corso di questi scontri il generale William S. Hamey attaccò il campo dei Brulé e fece un massacro. Furono uccisi molti dragoni americani, anche se non abbastanza per impedire la carneficina. I soldati presero prigionieri molti Brulé, tra cui la moglie e la figlia di Coda Maculata. Ma Hamey voleva che si consegnasse anche il capo. Coda Maculata e altri Brulé di spicco si arresero e furono tenuti prigionieri per un anno a Fort Leàvenworth. Questo soggiorno rappresentò un punto di svolta nella vita di Coda Maculata.

Per la prima volta poté farsi un'idea concreta del numero e della forza delle truppe americane. Si rese conto che i Sioux non sarebbero mai stati in grado di impedire ai bianchi la conquista degli altopiani con l'uso delle armi e che l'unica possibilità di salvare il suo popolo dall'annientamento sarebbero state solamente delle trattative condotte con astuzia. Sarebbe però stato necessario raggiungere un livello di cultura pari a quello degli agenti e degli ufficiali bianchi e, se possibile, superarli in astuzia. Quando lasciò il Fort Leàvenworth da uomo libero era assolutamente deciso a sviluppare questo progetto. Nel frattempo era diventato capo dei Brulé Piccolo Tuono.

Coda Maculata si mise al lavoro con entusiasmo, studiò l'inglese, che presto fu in grado di padroneggiare sia oralmente che per iscritto, osservò i bianchi in ogni occasione e acquisì il loro modo di pensare e anche i loro trucchi. In tutti questi anni i Brulé non combatterono, se si escludono le solite scaramucce con i Pawnee. Coda Maculata fu indispensabile per Piccolo Tuono ed era chiaro che il naturale successore alla carica di capo sarebbe stato proprio Coda Maculata. Il comportamento spietato del colonnello Chivington e l'assassino del capo Cheyenne Black Kettle, avvenuto nel 1864, gridarono vendetta. Nei combattimenti che seguirono, culminati nella battaglia di Julesburg, il 6-7 gennaio del 1865, Coda Maculata guidò i Brulé e, quando gli scontri terminarono, divenne il capo supremo della sua tribù e, durante le trattative di Fort Laramie, nel 1866, rappresentò i Brulé.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini è continua quindi può verificarsi il caso che già il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, né per noi né per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -