Pontiac

Pontiac (Pontiac). Ottawa. Nato a fiume Maumee nel 1720, morto a Cahokia nel 1769. In generale Ŕ risaputo che Pontiac sia nato dal matrimonio di una capo Ottawa con un'indiana delle trib¨ dei Chippewa, il che spiegherebbe evidentemente anche la sua forte influenza su entrambe le trib¨. Ssecondo un'altra versione sarebbe invece stato un Catawba, preso prigioniero e adottato dagli Ottawa. Come Re Filippo, anche Pontiac era il capo di un'alleanza di trib¨ di cui facevano parete gli Ottawa, i Chippewa e i Potawatomi. I Francesi apprezzavano molto Pontiac. Il comandante supremo dei Francesi in Canada, il marchese di Montcalm, gli regal˛, come riconoscimento per il suo valore e la sua fedeltÓ di alleato, un'uniforme da ufficiale francese.

Con la sconfitta di Quebec del 1760, i Francesi avevano perso anche la loro posizione di supremazia. Nello stesso anno, il maggiore Robert Rogers ricevette dal comandante in capo degli Inglesi, generale Amherst, l'ordine di risalire i laghi con quindici navi e duecento soldati, per prendere possesso, in nome di sua MaestÓ britannica, di Detroit e di altre basi, fino a quel momento francesi, come Michillimackinac, base e punto di ritrovo indiano. Nei pressi dell'attuale Cleveland, Pontiac ferm˛ gli inglesi e impedý al maggiore Rogers di penetrare oltre nel territorio. Tra i due comandanti ebbero luogo prolungati colloqui, nel corso dei quali Pontiac venne a conoscenza della sconfitta dei francesi. Con una valutazione della nuova situazione politica di una rapiditÓ sorprendente, Pontiac riconobbe che ormai gli inglesi sarebbero stati i suoi prossimi partner e non solo si inform˛ dettagliatamente sul loro modo di vivere e di combattere, ma lasci˛ intendere, come raccont˛ pi¨ tardi Rogers, che si sarebbe accontentato di governare il suo paese sotto il dominio del re di Gran Bretagna e che era sua volontÓ pagare un tributo annuale in pelli.

Per dimostrare la sua buona volontÓ e credendo che con gli inglesi si sarebbe potuto andar d'accordo altrettanto bene che con i francesi, lasci˛ proseguire Rogers. Purtroppo, ancora una volta, gli inglesi non si comportarono da gentlemen. Si imposero con arroganza ai capi delle trib¨, disprezzarono i semplici indiani e non erano disposti a vendere loro armi e munizioni. In seguito tesero a impadronirsi del monopolio del commercio di pelli e pretesero dagli indiani il pagamento di pesanti tributi. Naturalmente cominci˛ a serpeggiare malcontento tra gli indiani, che si trasform˛ in vera e propria indignazione quando giunse alle loro orecchie un avvertimento dei francesi, secondo cui gli inglesi avevano pianificato il totale annientamento degli indiani. L'atmosfera carica di emozioni si fece ancor pi¨ tesa quando all'improvviso nel 1762 apparve un predicatore sconosciuto della valle dell'Ohio, presso gli Algonkin, sui Grandi Laghi. Questo profeta Delaware si spost˛ di villaggio in villaggio, di trib¨ in trib¨, incitando chi lo ascoltava a tornare al modo di vivere indiano, di non ascoltare pi¨ gli allettamenti dei commercianti bianchi e di cacciare gli Inglesi. Annunciava:

Se tollererete gli inglesi fra voi, le loro malattie e i loro veleni vi annienteranno e scomparirete.

Poi, scomparve di nuovo, come un'apparizione. Pi¨ tardi la sua profezia si sarebbe avverata quasi alla lettera. Pontiac riconobbe l'esigenza del momento e sfrutt˛ lo stato d'animo generale. Mand˛ messaggeri segreti, con i segnali rossi della guerra, a tutte le trib¨ del lago Superiore fino alla foce del Mississippi e fece annunciare il messaggio del profeta. Il risultato non si fece attendere, soprattutto per il fatto che aveva inviato come messaggeri esclusivamente uomini con capacitÓ oratorie superiori alla media. Riuscý ad ottenere l'adesione di numerose trib¨ come alleati per la lotta contro gli Inglesi. Il 27 aprile 1763, Pontiac riuný i suoi nuovi alleati al fiume Aux Ecores, nei pressi di Detroit, e tenne un discorso appassionato.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini Ŕ continua quindi pu˛ verificarsi il caso che giÓ il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, nÚ per noi nÚ per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -