Ouray Arrow

Ouray (Arrow), Ute, nato a Colorado nel 1820, morto a Agenzia Ute nel 1880. Ouray deve la sua posizione di capo degli Uncompahgre Ute più al fatto che lo era già suo padre che alle sue effettive capacità. Certo in gioventù combatté spesso contro i Sioux, lle sue origini infatti erano per metà Apache, ma la sua natura non era quella di combattere, bensì quella di un uomo abile nelle trattative: era, infatti, l'uomo del compromesso. La sua abilità oratoria, la sua intelligenza e la predisposizione alle lingue non erano da meno, parlava infatti perfettamente due lingue straniere: inglese e spagnolo. Sfruttava ogni occasione per parlare con cacciatori, commercianti o viaggiatori, per ampliare le sue conoscenze. Dopo aver conosciuto più a fondo la setta metodista, ridusse il proprio personale consumo di alcool, che fino allora era stato considerevole, ma per tutta la vita fu al centro dei pettegolezzi.

Abbandonò qualsiasi ambizione bellica nel 1860, quando perse il suo unico figlio in uno scontro con i Sioux. Per due anni visse all'agenzia Los Pinos, dove imparò a trasformare la sua conoscenza delle lingue in moneta sonante: come interprete governativo ricevette, infatti, un compenso annuo di cinquecento dollari. Con grande preoccupazione, gli americani vedevano la situazione in Colorado farsi sempre più tesa, perché i coloni pretendevano sempre più terre e se le prendevano di propria iniziativa e gli indiani, da parte loro, non subivano passivamente le aggressioni e si difendevano. Tra i gruppi in circolazione che, a detta degli americani, rendevano il paese insicuro, vi erano naturalmente guerrieri Ute appartenenti un po' a tutti i sottogruppi e le loro imprese erano assolutamente incontrollabili.

Per sistemare le cose, gli americani usarono un vecchio trucco, già utilizzato da William Penn con i Delaware: nominarono, cioè, uno qualsiasi dei capi, capo supremo delle tribù o del popolo in questione, e fecero un trattato con lui, che poi avrebbe avuto valore per tutti. La scelta cadde sul loquace Ouray e il 7 ottobre 1863 a Canejos, in Colorado, fu sottoscritto il trattato tra Ute e Stati Uniti. Gli Ute cedevano agli Stati Uniti tutti i tenitori ad est della catena delle Montagne Rocciose e permettevano a tutti i bianchi cercatori d'oro, d'argento e di altre risorse del sottosuolo, di andare sulle montagne per le loro ricerche.

In cambio avrebbero ricevuto viveri e merci per il valore di ventimila dollari all'anno. Sotto il trattato compare il nome U-ray, or Arraw e si suppone che la parola Ouray altro non sia che una deformazione del vocabolo inglese Arrow. Un'altra versione fa derivare Ouray dalla versione indiana del nome Willie, nome che avrebbe ricevuto da bambino da una famiglia americana. Con la loro già citata partecipazione alla guerra contro i Navajo avevano reso grandi servizi agli americani e si erano guadagnati il rispetto e l'amicizia di Kit Carson, che aveva già imparato a conoscerli con la sua attività di agente per gli affari indiani. Nel 1866, il governo incaricò proprio lui di andare in Colorado per calmare gli animi esasperati degli indiani dopo lo spaventoso massacro di Sand Creek.

Fu in quest'occasione che nacque una grande amicizia con Ouray, che gli avrebbe poi fornito un grande aiuto. Contemporaneamente si allontanò dal suo vecchio amico Ka-ni-ache che già durante le trattative del 1863 si era dichiarato contrario alla cessione di terre e che col tempo era diventato un avversario di Ouray, che Carson aiutò a combattere Ka-ni-ache. Nel 1868 i due amici andarono a Washington, accompagnati da parecchi altri capi Ute, invitati dalI'indian Bureau. Il motivo per le nuove trattative erano le lamentele dei coloni per le continue molestie da parte degli Ute.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini è continua quindi può verificarsi il caso che già il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, né per noi né per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -