Tecumseh

Tecumseh (Tikamthi, Tecumtha). Shawnee. Nato a Piqua Town nel 1768, morto a Fiume Thames nel 1813. L'ascesa di Tecumseh a grande capo non soltanto della sua tribù ma di tutto il vecchio Nord Ovest si era delineata molto presto. Giacca Blu aveva potuto seguire l'eccezionale sviluppo fisico e spirituale del suo fratellastro. Sapeva bene che il ragazzo sarebbe stato presto capace di imprese straordinarie e coltivò la speranza motivata che Tecumseh avrebbe guidato il suo popolo alla vittoria definitiva e a una pace duratura. Ancora una volta tutte le speranze degli Indiani del vecchio Nord Ovest si concentrarono su un uomo, la cui fama brillava luminosa come una stella.

Il giovane Tecumseh osservava con occhio attento la situazione confusa, dopo la dichiarazione d'indipendenza degli Americani e le loro dispute con gli Inglesi, che vedeva Indiani schierati da entrambe le parti che si spronavano a vicenda in sanguinosi combattimenti. Potè osservare, persino nel suo fratello gemello, quale diabolica influenza avesse l'acquavite e vide con raccapriccio il ruolo importante che corruzione e subornazione avessero tra i bianchi. Il suo entusiasmo giovanile si infiammò per i racconti sui grandi uomini di stato indiani, come Pontiac e Joseph Brant. Sicuramente cominciò a germogliare in lui l'idea di agire come questi uomini o di fare anche meglio di loro.

A soli quindici anni prese parte a un combattimento, nel corso del quale potè assistere alla tortura dei prigionieri, che suscitò in lui per tutta la vita orrore per simili atrocità. A diciannove anni fece un viaggio in Georgia, presso i Creek e i Cherokee, con alcuni guerrieri e suo fratello maggiore Chicksika che si era fatto carico dell'educazione di Tecumseh, con la sorella Recumapease, dopo la morte del padre Pucksinwah. Chicksika cadde in combattimento e Tecumseh assunse il comando delle truppe. Per legittimare il suo nuovo ruolo di comandante e per mettersi alla prova attaccò con successo il più vicino insediamento dei bianchi.

Fece visita a tutte le tribù più importanti del sud e tornò solo tre anni dopo, proprio in tempo per partecipare alla battaglia contro Arthur Saint Clair e mettersi in evidenza. Nel 1794 combattè alle cascate Timbers e brillò ancora per la sua straordinaria audacia. Quando Giacca Blu, nel 1795, firmò il patto di Greenville, Tecumseh fu molto critico e definì il trattato come un pezzo di carta senza valore. Le parole del giovane Tecumseh rivelano una profonda conoscenza della condizione del suo popolo e rappresentano un atto di fede per la sua vita futura:

II mio cuore è come una pietra, pesante di tristezza per il mio popolo, freddo per la consapevolezza che nessun trattato terrà lontano i bianchi della nostra terra, e duro perché so che mi dovrò opporre finché vivrò e respirerò.

Poco dopo radunò attorno a se una schiera di guerrieri Shawnee che vagavano qua e là. Nel 1798 accettò un invito dei Delaware per andare a caccia sul fiume White in Indiana, dove dimostrò di essere un eccellente cacciatore. Nel 1805 diverse sezioni degli Shawnee chiesero una riunificazione della tribù; nel corso di un incontro a Greenville si mise in luce per la prima volta Lalawethika, che avrebbe partecipato in modo determinante all'ascesa di suo fratello Tecumseh.

by indianiamericani_altervista.org

Carrello degli acquisti
controlla o modifica
L'arco e la frecciaL'arco e la freccia. Cultura dei nativi americani

Mini libreria on line. Romanzi, libri, fumetti, documentari, film, musica e narrativa specializzata sui Pellirosse. La nostra ricerca nelle vecchie case e nei mercatini è continua quindi può verificarsi il caso che già il giorno successivo alla tua visita siano presenti libri o supporti prima assenti. Molte delle pubblicazioni sono gratuite: di quelle a corrispettivo gli ordini fatti non sono vincolanti, né per noi né per te, fino a che il processo del pagamento sia concluso in via anticipata per mezzo di PayPal.

Promozioni
© copyright by Calomino software - Cookies assenti -