Un uomo chiamato cavallo
Un uomo chiamato cavallo. App software film

Un inglese, John Morgan, a caccia nel West con tre suoi dipendenti si trova attaccato dai Sioux della tribù di Mano Gialla. I tre dipendenti vengono uccisi e lui viene fatto prigioniero. Portato all'accampamento della tribù viene affidato alla madre del capo come cavallo da soma; deriso e sfruttato per i lavori pesanti, tenta anche di scappare ma viene sempre ripreso. Nel villaggio trova l'aiuto e l'amicizia di Batise, figlio di un francese e di un'indiana, anch'egli prigioniero, che si finge pazzo. Grazie a Batise che si presta a fare da interprete, Shunka Wakan (cavallo) comincia a capire quella cultura e ad apprendere la lingua indigena. Ottenuta sempre più fiducia si getta su due indiani nemici, della tribù degli Shoshone, e li uccide prendendone gli scalpi e i cavalli. Vuole quindi sposare Tortora Bianca, ma per essere accettato deve prima affrontare la prova del dolore che supera potendo così sposare la donna e avere da lei un figlio.

Altri dettagli...