Pagina del cinema

Uno dei primi esempi di uso del termine western, per designare un film ambientato nel nord americano, è databile ai primi anni del 1900. Molteplici elementi ne stanno all'origine: il grande successo dei romanzi e quello dei racconti pubblicati, gli spettacoli di Buffalo Bill, la filosofia di Roosevelt, detto il presidente cowboy, gli scritti dello degli storici sull'importanza della frontiera americana, la produzione teatrale legata, la raccolta di biografie, autobiografie, memorie, testimonianze, piccoli episodi di cronaca, la pittura narrativa, la musica e la fotografia. Tutto ciò contribuì a conferire un carattere sempre più eroico e mitico a quel passato e fornì una grande quantità di testi e di immagini, morfologie e tipologie a un nuovo mezzo di espressione: il cinema appunto. Cominciarono i documentari, scene di vita indiana, battute di caccia, vedute panoramiche dei parchi nazionali. Alla fine del 1903 si produsse il film L'assalto al treno, diretto da Edwin Porter, che è riconosciuto come il primo western, per il quale venne utilizzato un treno vero, con numerose scene girate in esterni in paesaggi boscosi del New Jersey.