Powhatan

L'arco e la freccia. Mini libreria online

image L'arco e la freccia. Mini libreria online I Powhatan della Virginia. Al tempo che i coloni inglesi vi arrivarono, nella primavera del 1607, la costa della Virginia era abitata dagli indiani Powhatan, un popolo di lingua algonchina. I Powhatan erano composti da 30 gruppi tribali, con una popolazione totale di circa 14.000 persone, sotto il controllo di capo Wahunsonacock, a volte chiamato anche capo Powhatan, come la sua gente. I Powhatan vivevano in villaggi di case costruite con rami di alberello composti a telai, coperti da stuoie di canne o corteccia. Nel villaggio, all'interno della stessa area, ogni tribù aveva il suo capo che era di solito un uomo, anche ereditando la sua posizione di potere attraverso il lato femminile della famiglia.

La comunità  viveva di prodotti agricoli, mais, fagioli e zucca, che costituivano la metà  della dieta Powhatan. Gli uomini cacciavano cervi e pescavano, mentre le donne allevavano i figli e si dedicavano alla raccolta di alimenti vegetali selvatici. Le donne, inoltre, preparavano i cibi ed i vestiti fatti da pelli di cervo, costruivano gli strumenti e le attrezzature realizzati con pietra, osso e legno. I Powhatan partecipavano ad una vasta rete di scambi con altri gruppi indiani sia all'interno e sia all'esterno della loro regione. Con gli inglesi, i primi coloni sopraggiunti dall'Europa, i Powhatan scambiavano prodotti alimentari e pellicce con utensili in metallo, rame europeo, perle di vetro europei, e ninnoli.

In una società  classificata in governanti, grandi guerrieri, sacerdoti e gente comune come essa era, lo status quo venne determinato dal raggiungimento, spesso in guerra e/o con l'eredità , di beni di lusso come il rame, le conchiglie, le perle e le pellicce. Quelli di status più elevato avevano case più grandi, avevano più mogli e vestiti più elaborati. I Powhatan adoravano una gerarchia di divinità  e spiriti ai quali offrivano doni per impedirgli il male. Come gli insediamenti inglese si diffusero nella Virginia del 1600, i Powhatan furono costretti a trasferirsi nell'entroterra, lontano dalle fertili vallate fluviali, le quali erano stati a lungo la loro casa. Ciò fece sì che il loro territorio diminuì, così come la popolazione indiana, che divenne vittima di malattie inglesi, di scarsità  di cibo e della guerra. Il popolo Powhatan perseguì, tuttavia, l'adozione di nuovi stili di vita, pur mantenendo il proprio orgoglio culturale da lasciare un'eredità  fino ad oggi, attraverso i loro discendenti che vivono ancora in Virginia.

Pocahontas. La fanciulla indiana proclamata dall'arte del cinema e del teatro era appunto una di loro, la quale fece amicizia con i coloni inglesi in Virginia agli inizi del 1600. Nata attorno al 1596, Pocahontas era la figlia di Powhatan, capo di oltre 30 tribù della costiera della Virginia. Pocahontas era in realtà  un soprannome che significava uno spirito giocoso. I suoi nomi formali erano Amonute e Matoaka. Pocahontas era la figlia più cara ed amata di Powhatan, secondo gli scritti del capitano John Smith, un leader coloniale inglese che ha scritto estesamente circa le sue esperienze in Virginia. Powhatan ebbe numerose mogli, e Pocahontas ebbe molti fratellastri e sorellastre. Il nome di sua madre non è menzionato da nessun scrittore del 17° secolo.

Come ogni bambino, Pocahontas probabilmente aiutò sua madre per le faccende quotidiane, imparando ciò che ci si aspettava da lei come donna nella società Powhatan. Anche per la figlia di un capo era necessario lavorare quando raggiungeva la maturità. I Powhatan, così come altre tribù algonchine costiere, non hanno mai utilizzato fertilizzanti sui loro campi. Per questo motivo, dopo qualche anno di colture ogni famiglia doveva spostare i campi e le case da un sito esausto ad un altro nelle vicinanze. A poco a poco, nel corso di un paio di decenni, un'intera città o villaggio venivano trasferiti. I campi abbandonati erano utilizzati in un secondo momento da chi li voleva, ma c'era tuttavia la consapevolezza che quella terra era rimasta nella gestione della tribù. Questo concetto che i terreni inutilizzati erano aperti a tutti erano una fonte di cibo e di materiali da condividere tra amici era abbastanza diverso rispetto al concetto europeo di proprietà della terra. L'inglese presume che ogni tratto di terra non occupata sia disponibile per essere rivendicata, la qual cosa ha fatto abbastanza danni contro i Powhatan.

Per questo motivo i rapporti tra il Powhatan e gli inglesi divennero meno amichevoli mano a mano che i coloni si trasferirono per espandere la loro colonia. Per impossessarsi della terra i coloni hanno cominciato ad attaccare i villaggi indiani, bruciando la loro case ed i loro campi. In un caso, essi non solo hanno distrutto l'intera loro città di Paspahegh, ma hanno anche ucciso ogni indiano presente tra cui molte donne e molti bambini. Questo episodio ruppe molti rapporti di amicizia che peggiorarono alquanto allorché un colono catturò Pocahontas, la figlia favorita del capo Powhatan, nel mese di aprile 1613, e la portò a Jamestown, dove rimase in ostaggio per circa un anno, durante il quale imparò l'inglese e sposò il suo tutore, tale John Rolfe. Il loro matrimonio contribuì molto a garantire un accordo di pace tra le due diverse culture per un po' di tempo, fino a quando cioè la donna morì in Inghilterra ed il marito, John Rolfe e altri leader coloniali, tornarono in Virginia, nel maggio del 1617.

Malattie, cattivi raccolti e la crescente domanda di terre da prendere ai pellirosse per destinarle alle coltivazioni del tabacco causò la ripresa delle ostilità fra i due popoli. Il capo Powhatan morì poco dopo, nel 1618. Il potere passò ufficialmente al fratello Opitchapam ed al fratello Opechancanough, i quali continuarono la guerra contro gli inglesi per difendere la loro terra e la loro libertà. Dopo un decennio di guerra intermittente la colonia inglese era cresciuta fino a circa 8.000 persone, mentre il popolo Powhatan era sceso a 5.000. Oltre alla guerra contribuirono alla decimazione malattie devastanti e lo spostamento della tribù verso l'interno della regione, in cerca di terra per la coltivazione. Dopo altri due anni di incursioni brutali, i Powhatan non erano più in grado di tenere testa agli inglesi e Opechancanough, il nuovo capo fratello di capo Powhatan, fu catturato e portato a Jamestown, dove si rifiutò di ammettere la sconfitta e di firmare un trattato.

Mentre era ancora prigioniero, fu colpito alla schiena da una guardia inglese e morì. Con la sua morte la lotta dei Powhatan per la terra e la libertà, la prima della storia degli indiani nativi americani, si concluse.


**

Image Motore di ricerca Fumetti e Fumetti.